PEDRALI - The Italian Essence

Orgatec 2018: Pedrali Working Spaces

22/10/2018

Ufficio moderno raccontato attraverso nuovi esclusivi prodotti in un allestimento di Calvi e Brambilla

Le recenti tendenze dell’arredo del mondo ufficio delineano ambienti flessibili, dalla natura versatile e fluida, sempre più orientati al benessere e alla creatività di chi vi lavora. Si tratta di spazi dinamici caratterizzati da elementi in grado di rispondere a una inarrestabile esigenza di cambiamento. Soluzioni grazie alle quali è possibile creare ambienti contemporanei multiformi: da un’area relax, alla lounge di un aeroporto, fino ai format di co-working di ultima generazione.

All’interno di questo scenario in continua evoluzione Pedrali prende parte a Orgatec, la fiera internazionale di Colonia leader del mondo ufficio che per l’edizione 2018 si focalizza sulle “new visions of work”. Dal 23 al 27 ottobre l’azienda italiana 100% Made in Italy presenta “Pedrali Working Spaces” (Hall 9.1 – Stand B041-A040), un allestimento realizzato dallo studio milanese Calvi Brambilla, giunto al suo terzo anno di collaborazione.

Lasciandosi ispirare da un oggetto carico di significati come il foglio bianco, Fabio Calvi e Paolo Brambilla hanno voluto rendere omaggio alle nuove proposte dell’azienda italiana creando uno spazio che si muove tra la creazione di un setting artistico e la teatralizzazione del prodotto.
Il foglio bianco, filo conduttore dell’intero allestimento, è un’icona dall’animo poetico che diventa al contempo elemento comunicativo e architettonico.
Oltre ad essere un elemento silenzioso e costante che accompagna la vita lavorativa di tutti i giorni, il foglio bianco simboleggia la nascita di nuove idee, caricandosi di un valore evocativo e creativo, capace di concretizzarsi e prendere forma in un progetto.
All’interno di uno stand che occupa un’area di quasi 400 mq, volumi di fogli di carta sovrapposti diventano macro-architetture la cui texture ha una funzione decorativa e a predominare è l’ottanio, il colore corporate protagonista degli allestimenti fieristici del Brand degli ultimi due anni. Questa struttura dà vita ad otto scene atte ad ospitare i prodotti Pedrali pensati per il mondo ufficio che, attraverso la loro spettacolarizzazione, emergono come veri protagonisti all’interno di palcoscenici teatrali. Alle loro spalle, un fondale retro-illuminato pone in risalto scatti fotografici d’autore che regalano al visitatore un’interpretazione dei prodotti stessi, evidenziandone i tratti caratterizzanti.

Il soggetto tematizzato in questi scatti artistici di Filippo Piantanida, fotografo italiano noto per la maestria nell’uso del chiaro-scuro e per un ricco portfolio di servizi fotografici è ancora una volta il foglio bianco. Grazie a questi scatti in cui, di volta in volta, il leitmotiv dell’allestimento suggerisce movimenti, forme e caratteristiche proprie dei prodotti presentati, questi ultimi sembrano scaturire dal buio, richiamando il mondo del teatro. Ne risulta un’immagine raffinata, elegante e di impatto.

Sono cinque i prodotti che Pedrali presenta in anteprima assoluta a Orgatec, nati dalla necessità di rispondere alle esigenze richieste dagli spazi di lavoro di ultima generazione.
L’azienda italiana coglie l’occasione per annunciare la nuova collaborazione con Claudio Bellini, designer leader nello scenario contemporaneo degli arredi per l’ufficio.

Da questo nuovo sodalizio artistico e progettuale tra Claudio Bellini e Pedrali nasce Elinor, una poltrona direzionale che sintetizza le diverse modalità di vivere l’ufficio del futuro: è flessibile e multitasking, caratterizzata da una qualità estetica di alto livello.
Versatile e colorato è invece Boxie, il sistema contenitore su ruote disegnato da Claudio Dondoli e Marco Pocci pensato per assumere conformazioni diverse in base alla combinazione dei suoi elementi: ampi cassetti e piani in polipropilene inseriti all’interno di una struttura in acciaio.
Jorge Pensi, che quest’anno festeggia il decimo anniversario di collaborazione con Pedrali, realizza due nuovi prodotti, frutto di una ricerca stilistica che coinvolge forme e materiali. Temps è una poltrona operativa caratterizzata da una base in pressofusione di alluminio dal design essenziale ed elegante e da una seduta ergonomica e confortevole. Presentato nella sua nuova versione ribaltabile e accatastabile, il tavolo Ypsilon amplia la sua gamma, proponendosi come soluzione versatile per una sala riunioni, capace di trasformarsi in una postazione di lavoro all’interno dei più recenti format di co-working.
Accessorio di uso quotidiano indispensabile all’interno di contesti diversi, l’appendiabito da terra Ray di Pio e Tito Toso sintetizza in maniera ottimale una forma fluida, in grado di mettere in risalto la bellezza di un materiale naturale come il frassino.
Pensate per inserirsi armonicamente all’interno di sale riunioni garantendo comfort ed eleganza, sono le collezioni di sedie e poltroncine Vic e Fox, disegnate da Patrick Norguet, e Nym Soft, di Cazzaniga Mandelli Pagliarulo, presentata al Salone del Mobile 2018 in una nuova versione imbottita.
L’ultima scena è invece dedicata a Tribeca, la collezione per outdoor disegnata da Mandelli Pagliarulo, che si presta ad arredare le terrazze e le corti esterne degli uffici, spesso adibite a relaxing area.

All’interno della hall centrale, pensato per aree di lavoro informale, è presente Buddy, il sistema modulare di divani dal carattere amichevole disegnato da Busetti Garuti Redaelli che, grazie alle differenti dimensioni dei suoi elementi può dare vita a molteplici combinazioni in grado di soddisfare le svariate esigenze di ambienti contemporanei sempre più multiformi.
Proposti per le breakout area sono infine i tavoli Elliot, di Patrick Jouin, e Fluxo, di Luca Casini, e gli sgabelli Babila di Odo Fioravanti, che combinano una scocca in polipropilene ad una struttura in acciaio.

 

photo © Nava Rapacchietta