PEDRALI - The Italian Essence

Prodotti
Fiere ed Eventi
Corporate

Intrecci mediterranei per la poltrona Panarea

17/09/2020

Intrecci mediterranei per la poltrona Panarea

La nuova collezione di Pedrali disegnata da CMP Design trae ispirazione da paesaggi costieri

 

Leggera, solare ed elegante. Sono questi i tre aggettivi con cui si può descrivere Panarea, la collezione outdoor di Pedrali disegnata da CMP Design. Panarea nasce da un’idea di paesaggio costiero mediterraneo che riporta alla mente i colori e la brezza rinfrescante di una cena all’aria aperta in una terrazza affacciata sul mare e la luce conciliante e ristoratrice della bella stagione...

Intrecci mediterranei per la poltrona Panarea

La nuova collezione di Pedrali disegnata da CMP Design trae ispirazione da paesaggi costieri

 

Leggera, solare ed elegante. Sono questi i tre aggettivi con cui si può descrivere Panarea, la collezione outdoor di Pedrali disegnata da CMP Design. Panarea nasce da un’idea di paesaggio costiero mediterraneo che riporta alla mente i colori e la brezza rinfrescante di una cena all’aria aperta in una terrazza affacciata sul mare e la luce conciliante e ristoratrice della bella stagione.

Una poltrona e una lounge, caratterizzate da un intreccio artigianale 100% Made in Italy che diventa simbolo di rispetto e dedizione al lavoro, oltre che di una tradizione consolidata.

"Un manufatto intrecciato ispira sempre un senso di riverenza per il lavoro manuale. Una sorta di fascino per una bellezza arcaica in cui l’utilità e la giusta forma si incontrano, diventando una cosa sola. Un oggetto tradizionale trasmette una tecnica preesistente e Panarea vuole essere questo: una continuazione in chiave odierna della tecnica costruttiva più antica mai usata dall’uomo" – raccontano i designer.

La collezione è caratterizzata da uno schienale ampio e accogliente intrecciato in corda di polipropilene che, nella sua originale geometria, crea una raffinata greca e avvolge il tubo del telaio in acciaio verniciato per esterno, coprendo anche i braccioli. L’incordatura rende Panarea solare ed elegante e sintetizza il numero minimo di passaggi orizzontali al fine di ottenere una superficie a doppia curvatura che dona alla seduta un rigore grafico e un aspetto tridimensionale, oltre che a renderla leggera e facile da movimentare.

Uno dei punti di forza di Panarea è infatti la leggerezza, sia come caratteristica propria dell’oggetto, sia come richiamo ad un tempo che appare sospeso e sereno. Questa sensazione viene enfatizzata maggiormente nella poltrona lounge, dotata di una seduta molto generosa e di uno schienale alto la cui curvatura permette di delimitare idealmente uno spazio circolare, luogo del relax e del convivio.

Il comfort viene esaltato da un confortevole cuscino imbottito in poliuretano espanso drenante capace di asciugare più velocemente e rivestito con un tessuto realizzato con il medesimo filato dell’intreccio.

Panarea è proposta in una palette cromatica sofisticata e contemporanea: dalle calde tonalità del sabbia e del terracotta a quelle più fredde del blu e del grigio. Il cuscino può essere in abbinamento o a contrasto e viene proposto anche in colore rosa.

Scopri di più

Le Vie del Compasso d’Oro 2020

11/09/2020

Le Vie del Compasso d’Oro 2020

Frida esposta a “La Centrale” presso il Nuovo Campus di SDA Bocconi School of Management

 

Anche quest’anno Pedrali, azienda italiana che produce arredi dal design contemporaneo 100% made in Italy, aderisce a Le Vie del Compasso d’Oro, l’iniziativa presentata da ADI Lombardia giunta alla sua quarta edizione...

Le Vie del Compasso d’Oro 2020

Frida esposta a “La Centrale” presso il Nuovo Campus di SDA Bocconi School of Management

 

Anche quest’anno Pedrali, azienda italiana che produce arredi dal design contemporaneo 100% made in Italy, aderisce a Le Vie del Compasso d’Oro, l’iniziativa presentata da ADI Lombardia giunta alla sua quarta edizione.

Frida, disegnata da Odo Fioravanti e vincitrice del Compasso d’Oro nel 2011, è esposta all’interno del locale “La Centrale”, nel nuovissimo Campus di SDA Bocconi School of Management in via Castelbarco.

Progettato da Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa dello studio giapponese SANAA, il nuovo campus, sorto nell’area dell’ex centrale del latte di Milano, è stato acclamato come un intervento architettonico “capace di ridefinire il concetto di campus come elemento integrante del tessuto urbano, grazie ad un insieme di edifici unitario, organico, non invasivo e contemporaneamente aperto, fisicamente e visivamente, al contesto”.

Presentata nel 2008 nel corso della XXXII edizione di Promosedia, lo stesso anno Frida è stata premiata con il Top Chair Residential. Selezionata per gli ADI Design Index, nel 2011 si aggiudica il XXII Compasso d’Oro ADI, il premio di design più antico e autorevole al mondo, “per la semplice bellezza scultorea”.

Questa seduta è stata in grado di esplorare nuove possibilità nella lavorazione del legno. Il suo carattere innovativo si riconosce nell’utilizzo del massello di rovere abbinato al multistrato tridimensionale, capace di dare forma ad un prodotto estremamente leggero, ergonomico e resistente.

L’iniziativa Le Vie del Compasso d’Oro inaugura giovedì 10 settembre e si concluderà domenica 31 gennaio 2021.

Gli orari di apertura saranno quelli della struttura ospitante. Lo spazio food & drink “La Centrale” è aperto al pubblico, oltre che agli studenti, dal lunedì al venerdì dalla colazione all’aperitivo e il sabato mattina.

L’obiettivo è quello di promuovere itinerari personalizzabili al fine di offrire un’esperienza diretta dei luoghi storici e contemporanei legati al prestigioso Premio Compasso d’Oro, nella valorizzazione dei prodotti premiati, menzionati o selezionati dal 1954 ad oggi.

Sono numerose le iniziative che interesseranno la città di Milano in questo arco temporale: l’apertura della Mostra della XXVI edizione del Premio ADI Compasso d’Oro prevista per il 9 settembre, la Milano Re-Design City, dal 28 settembre al 10 ottobre e l’apertura dell’ADI Design Museum Compasso d’Oro e della Mostra ADI Design Index 2020.

Scopri di più

Pedrali partecipa a "Elle Decor Fab Food"

30/07/2020

Pedrali partecipa a "Elle Decor Fab Food. The new spaces and rituals"

I prodotti dell’azienda italiana all’interno del corner Cook&Share della mostra virtuale

 

Pedrali partecipa a "Elle Decor Fab Food. The new spaces and rituals", la prima mostra virtuale inaugurata da Elle Decor Italia, firmata da Vudafieri Saverino Partners, originariamente organizzata presso Palazzo Bovara a Milano, luogo che ha sempre ospitato gli eventi organizzati dal magazine in occasione della Milano Design Week...

Pedrali partecipa a "Elle Decor Fab Food. The new spaces and rituals"

I prodotti dell’azienda italiana all’interno del corner Cook&Share della mostra virtuale

 

Pedrali partecipa a "Elle Decor Fab Food. The new spaces and rituals", la prima mostra virtuale inaugurata da Elle Decor Italia, firmata da Vudafieri Saverino Partners, originariamente organizzata presso Palazzo Bovara a Milano, luogo che ha sempre ospitato gli eventi organizzati dal magazine in occasione della Milano Design Week.

Le collezioni dell’azienda italiana arredano il corner Cook&Share: all’interno di questo spazio si trova la nuova sedia lounge Blume, disegnata da Sebastian Herkner, uno degli ultimi prodotti presentati con il lancio di New Ideas 2020. Caratterizzata da forme morbide e arrotondate, Blume si distingue per il sofisticato profilo in estruso di alluminio con una silhouette a forma di fiore. Il risultato è una collezione estremamente confortevole che grazie alle diverse finiture disponibili è in grado di adattarsi ad ogni contesto d’uso.

Il corner Cook&Share della mostra include inoltre gli sgabelli Dome, disegnati da Odo Fioravanti, i quali sono caratterizzati da un’alternanza di forme lineari e curve che garantiscono una seduta ergonomica, e Zippo, il divano imbottito che permette di creare una nicchia di privacy senza rinunciare a un comfort totale.

È possibile intraprendere un tour virtuale e immersivo all’interno delle sei stanze, che traggono ispirazione da Palazzo Bovara, e cliccare sul prodotto. L’obiettivo della mostra è quello di indagare il tema del food in relazione ai luoghi della ristorazione, senza dimenticare i temi sempre più attuali della sostenibilità ambientale legati alla produzione di cibo.

La mostra aprirà il 29 luglio e rimarrà on air per quattro mesi: sarà possibile accedervi dal sito https://fabfood.elledecor.it/.

Scopri di più

New Ideas 2020: Pedrali presenta le nuove collezioni

15/06/2020

New Ideas 2020: Pedrali presenta le nuove collezioni

Prodotti, ampliamenti di gamma e due nuove collaborazioni

 

Pedrali, azienda 100% Made in Italy che produce arredi per il mondo contract e residenziale, presenta le nuove collezioni 2020. Prodotti versatili che, in un anno in cui si è reso necessario fronteggiare l’emergenza Covid-19, puntano al benessere, al comfort e alla sostenibilità senza rinunciare all’estetica e all’elevata qualità che da sempre li contraddistingue...

New Ideas 2020: Pedrali presenta le nuove collezioni

Prodotti, ampliamenti di gamma e due nuove collaborazioni

 

Pedrali, azienda 100% Made in Italy che produce arredi per il mondo contract e residenziale, presenta le nuove collezioni 2020. Prodotti versatili che, in un anno in cui si è reso necessario fronteggiare l’emergenza Covid-19, puntano al benessere, al comfort e alla sostenibilità senza rinunciare all’estetica e all’elevata qualità che da sempre li contraddistingue.

Nuove collezioni che vengono raccontate con “New Ideas 2020”, il progetto all’interno del quale i prodotti si caricano di forza espressiva attraverso l’interazione con l’ambiente circostante. I set sono caratterizzati da un design pulito e da una palette di colori pastello che riportano alla mente realtà sospese e rassicuranti, capaci di trasmettere un desiderio di bellezza e di sogno. La cura per i dettagli e per i materiali viene valorizzata, esprimendo proprio quel savoir faire e quella passione che l’azienda ogni anno trasmette avvalendosi anche della collaborazione con designer italiani e internazionali. Per suggerire contesti reali all’interno dei quali queste nuove collezioni trovano collocazione, si gioca con luci e ombre. Ne risulta un effetto di grande impatto capace di trasmettere l’anima viva dei prodotti.

Per gli arredi outdoor i set si arricchiscono di piante, le cui fronde sembrano muoversi al vento delinenando spazi esterni piacevoli e rilassanti.

Quest’anno Pedrali presenta due nuove collaborazioni: con il designer tedesco Sebastian Herkner e con l’italo-britannico Robin Rizzini.

L’universo creativo e progettuale di Herkner, insignito nel 2019 della menzione “Designer of the year”,  è guidato dall’interesse per la realtà artigiana, ma anche da una forte attenzione nei confronti di qualità e funzionalità. Un mondo dove la tradizione artigianale dialoga con le nuove tecnologie di produzione per realizzare prodotti con materiali di qualità  che sappiano invecchiare bene, trovandosi in completa sintonia con la filosofia di Pedrali.

Questo sodalizio artistico e progettuale si concretizza nella realizzazione di un’intera collezione ispirata da un’idea di eleganza e raffinatezza: Blume.

Una sedia e una poltrona lounge caratterizzate da forme morbide e arrotondate, la cui forza distintiva emerge da un sofisticato profilo in estruso di alluminio con una silhouette a forma di fiore. Il telaio prezioso e sottile e l’imbottitura in schiumato poliuretanico, soffice e generosa, si uniscono armoniosamente rendendo questa collezione molto confortevole e caratterizzata da una meticolosa attenzione ai dettagli. Un elemento strutturale realizzato in acciaio e posto sotto il sedile dona infine resistenza e fissa le gambe, rendendo possibile il disassemblaggio e il corretto smaltimento dei componenti del prodotto a fine vita.

Completa la collezione un set di tavolini che riprende il medesimo profilo a forma di fiore delle sedute. Realizzati in diverse altezze e dimensioni, i tavolini Blume possono essere sovrapposti e dare vita a composizioni di varia natura.

L’interesse per i materiali innovativi e per i processi produttivi, sono invece gli elementi da cui prendono vita i lavori di Rizzini. Un designer che progetta oggetti il più possibile coerenti e pensati, rifiutando l’idea di un design ridondante, così come l’uso di materiali non necessari in termini di qualità ma anche di quantità. La collaborazione con l’azienda italiana da vita ad un prodotto funzionale ed espressivo: Toa, un tavolo che unisce con equilibrio il linguaggio tecnico-industriale a quello decorativo. Leggero ed essenziale alla vista, il tavolo Toa è caratterizzato da una robusta struttura in pressofusione di alluminio dalla forma geometrica e fluida, capace di sostenere anche ripiani di grandi dimensioni. Elemento caratterizzante sono le gambe a ponte dalla forma affusolata che, più sottili alla base, si allargano verso l’alto confluendo sotto al ripiano in un elemento a “T”. Una geometria capace di dare vita ad una forma riconoscibile che sintetizza al contempo forza e leggerezza, dal design essenziale ma con dettagli che esaltano l’espressività e il linguaggio dei materiali utilizzati.

La sua modularità in larghezza e profondità e l’ampia gamma di finiture in cui viene proposto, consentono a Toa di risultare un arredo perfetto all’interno di contesti e destinazioni d’uso differenti: dagli spazi abitativi ai contesti lavorativi.

Il comfort d’alta qualità prende forma con la poltrona Ila disegnata da Patrick Jouin. Un arredo prezioso dalla forte personalità capace di esprimere comfort assoluto, morbidezza e sensualità. “In fase di progettazione, ci piace inserire alcuni elementi “inattesi”, capaci di dare ritmo, sorprendere e interpretare uno spazio. Ila, di fatto, è una piccola scultura.” – spiega il designer.

La parte esterna di Ila è realizzata in poliuretano rigido, liscio e teso, quasi a creare una protezione nei confronti di chi ha scelto di ritagliarsi un momento di relax e di evasione, all’interno dei suoi grandi volumi. Il senso di protezione viene inoltre suggerito dalla parte interna di schienale e sedile, a contatto con il corpo umano, in schiumato poliuretanico flessibile, quasi a cingerlo in un abbraccio. La versione con il poggiatesta dalle dimensioni importanti accentua questa idea di fuga dalla realtà e conferisce ulteriore carattere alla poltrona.

La versatilità di Ila è data dalla possibilità di abbinarla ad una base centrale a forma di tronco di cono, geometrica e girevole, la cui inclinazione suggerisce dinamismo e leggerezza, oppure ad una struttura a quattro gambe in tubo d’acciaio, personalizzabile in diversi colori e finiture.

Il desiderio di evasione e il richiamo alla vita all’aria aperta si concretizza nei nuovi prodotti outdoor.

Panarea, la collezione disegnata da CMP Design che nasce da un’idea di paesaggio costiero mediterraneo e che riporta alla mente i colori, la brezza rinfrescante di una cena all’aria aperta in una terrazza affacciata sul mare. Una poltrona e una lounge, caratterizzate da un intreccio artigianale 100% Made in Italy che diventa simbolo di rispetto e dedizione al lavoro, oltre che di una tradizione consolidata. Lo schienale ampio e accogliente è intrecciato in corda di polipropilene che, nella sua originale geometria, crea una raffinata greca e avvolge il tubo del telaio in acciaio, coprendo anche i braccioli. 

L’incordatura rende Panarea solare ed elegante e sintetizza il numero minimo di passaggi orizzontali al fine di ottenere una superficie a doppia curvatura che dona alla seduta un rigore grafico e un aspetto tridimensionale, oltre che renderla leggera e facile da movimentare.

La poltrona lounge è dotata di una seduta molto generosa e di uno schienale alto, la cui curvatura permette di delimitare idealmente uno spazio circolare, come luogo del relax e del convivio.

La collezione di successo Reva, disegnata da Patrick Jouin, caratterizzata da linee morbide e dimensioni generose, si arricchisce di una nuova versione: Reva Twist. Un elegante divano a tre posti e una poltrona lounge caratterizzate da quattro gambe affusolate in pressofusione d’alluminio poste alle estremità della cornice perimetrale in estruso di alluminio. Lo schienale e i braccioli in acciaio sono ricoperti da un intreccio realizzato con una corda piatta in polipropilene resistente agli agenti atmosferici e al contempo capace di garantire una resa più naturale. Il comfort viene esaltato da morbidi cuscini che si poggiano sulla struttura.

Per godere di momenti di relax in terrazza, in giardino o a bordo piscina, Pedrali propone il nuovo lettino Rail, caratterizzato da linee semplici e moderne. Rail presenta una struttura in alluminio verniciato, con quattro gambe in acciaio inox inclinate dal taglio obliquo. La seduta e lo schienale sono in textilene.

Il confortevole cuscino in poliuretano espanso drenante è rivestito in tessuto idrorepellente e resistente ai raggi UV.

Prosegue inoltre la collaborazione di successo con il designer catalano Eugeni Quitllet: con la sedia Remind aggiunge un nuovo elemento alla collezione presentata nel 2018 che riprende la memoria delle curve morbide e sinuose delle sedie in legno della seconda metà del XIX Secolo e le reinterpreta in modo completamente innovativo. Una forma sensuale e romantica che riporta alla mente qualcosa di mai visto prima. Una sedia funzionale e versatile dalle dimensioni contenute realizzata in polipropilene, in cui l’armonia delle linee e la leggerezza del materiale, combinate ad una forte resistenza, la rendono particolarmente adatta sia a contesti outdoor, sia a spazi indoor.

Alle crescenti esigenze di sostenibilità ambientale risponde Babila XL, che aggiunge un nuovo elemento d’arredo alla famiglia disegnata da Odo Fioravanti, inserendosi armonicamente all’interno di una collezione che si muove con agilità tra tradizione e innovazione. L’ispirazione rimane quella di alternare linee più razionali e rettilinee a linee curve in modo da creare un ponte tra il mondo artificiale dei prodotti industriali e quello più naturale e morbido dei corpi umani. Babila XL è una poltroncina con la scocca stampata in polipropilene che si connota per le dimensioni ampie della seduta e del bracciolo. L’obiettivo è quello di offrire un comfort generoso di seduta, grazie anche al rivestimento imbottito che, quasi a ricordare un abito femminile, la rende completamente sfoderabile in modo da poterla facilmente pulire, manutenere e separare dal resto del prodotto.

Al fine di proseguire il percorso aziendale a supporto della sostenibilità ambientale, nascono nuove versioni completamente realizzate in materiale riciclato: 50% da scarto di materiale plastico post consumo e 50% da scarto di materiale plastico industriale. Remind e Babila XL “reclycled grey” rappresentano infatti i primi prodotti Pedrali realizzati in polipropilene riciclato.

Presentata in anteprima a Maison & Objet 2020 è Soul Soft, la nuova versione speciale della poltrona con struttura in massello di frassino e sedile in policarbonato disegnata da Eugeni Quitllet nel 2018. Soul Soft si caratterizza per il sedile imbottito e rivestito in vera pelle. La nuova seduta riprende i profili della collezione, già ampliata con la versione outdoor nel 2019, sottolineandone ed esaltandone con delicatezza l’idea di comfort e accoglienza.

Scopri di più

Pedrali e Robin Rizzini: una nuova collaborazione

09/06/2020

Pedrali e Robin Rizzini: una nuova collaborazione

L’azienda italiana conta un nuovo designer tra i protagonisti del 2020

 

Pedrali inaugura una partnership professionale con il designer Robin Rizzini attraverso la presentazione di un nuovo prodotto disegnato per l’azienda italiana, che unisce con equilibrio il linguaggio tecnico-industriale a quello decorativo, dando vita ad un prodotto funzionale ed espressivo...

Pedrali e Robin Rizzini: una nuova collaborazione

L’azienda italiana conta un nuovo designer tra i protagonisti del 2020

 

Pedrali inaugura una partnership professionale con il designer Robin Rizzini attraverso la presentazione di un nuovo prodotto disegnato per l’azienda italiana, che unisce con equilibrio il linguaggio tecnico-industriale a quello decorativo, dando vita ad un prodotto funzionale ed espressivo.

La ricerca su materiali innovativi e sui processi produttivi, sono infatti gli elementi da cui prendono vita i lavori di Rizzini. Un designer che progetta oggetti il più possibile coerenti e pensati, rifiutando l’idea di un design ridontante, così come l’uso di materiali non necessari in termini di qualità ma anche di quantità.

«Ho sempre guardato a Pedrali con molto interesse e atteso l’occasione di poter disegnare per loro. Pedrali possiede tutto ciò che caratterizza le grandi aziende italiane: creatività, umanità, organizzazione e precisione esecutiva. Sono molto soddisfatto di questo nostro primo passo insieme» – spiega il designer.

Robin Rizzini nasce a Genova nel 1973. Dopo una lunga esperienza nello studio di Antonio Citterio a Milano, apre il suo primo studio di progettazione nel 2006. Qualche anno dopo co-fonda ed è Design Partner dello studio Metrica a Milano. Dal 2019 torna ad essere Designer indipendente.

Ha lavorato con diverse aziende dell’arredamento in Italia e all’estero lavorando su progetti destinati al mercato residenziale, contract e ufficio. Condensa il linguaggio tecnico-industriale e quello decorativo con equilibrio, con l’obbiettivo di progettare oggetti e arredi essenziali, funzionali ed espressivi.

Da diversi anni svolge attività di insegnamento presso la Scuola Politecnica di Design. 

Nel 2014 è stato premiato con il premio Compasso d’Oro.

Scopri di più

Pedrali inaugura la collaborazione con Sebastian Herkner

03/06/2020

Pedrali inaugura la collaborazione con Sebastian Herkner

L’azienda italiana e il noto designer tedesco insieme per una nuova collezione

 

Pedrali dà il benvenuto a Sebastian Herkner, uno dei nomi più rappresentativi del design contemporaneo internazionale. Il nuovo sodalizio artistico e progettuale si concretizza nella realizzazione di una nuova collezione in grado di coniugare forme e materiali, con una particolare attenzione ai dettagli...

Pedrali inaugura la collaborazione con Sebastian Herkner

L’azienda italiana e il noto designer tedesco insieme per una nuova collezione

 

Pedrali dà il benvenuto a Sebastian Herkner, uno dei nomi più rappresentativi del design contemporaneo internazionale. Il nuovo sodalizio artistico e progettuale si concretizza nella realizzazione di una nuova collezione in grado di coniugare forme e materiali, con una particolare attenzione ai dettagli.

L’universo creativo e progettuale del designer tedesco, insignito nel 2019 della menzione “Designer of the year”,  è guidato dall’attenzione per la realtà artigiana, ma anche da una forte attenzione a qualità e funzionalità. Un mondo dove la tradizione artigianale dialoga con le nuove tecnologie di produzione per realizzare prodotti con materiali di qualità  che sappiano invecchiare bene, trovandosi in completa sintonia con la filosofia di Pedrali. L’idea di Herkner è quella di realizzare ogni singolo elemento nel modo migliore, considerando e rispettando tutti i dettagli e i passaggi necessari per creare un oggetto straordinario. Il suo lavoro è infatti guidato da una sensibilità e da un'identità che enfatizzano la funzione, il materiale e il dettaglio.

La collaborazione è nata da un entusiasmo reciproco, come afferma Herkner: «ho conosciuto Monica e Giuseppe circa cinque anni fa e ogni volta che ci incontriamo abbiamo modo di intrattenere conversazioni interessanti, molto concrete e precise. Questo è stato un ottimo punto di partenza per una collaborazione e per un dialogo produttivo sul design, sulla qualità e sulla produzione locale».

Sebastian Herkner (classe 1981) studia Design di prodotto presso l'HfG Offenbach University of Art and Design. Durante gli studi inizia a concentrarsi sulla progettazione di oggetti e arredi, affinando il suo acuto senso per materiali, colori e trame. Nel 2006 fonda il suo studio e dà il via alla progettazione di arredi, lampade e piccoli oggetti. Herkner firma anche progetti di architettura d'interni, occupandosi anche di musei e mostre.

I suoi lavori hanno ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui l'IF Award, l'Iconic Award e l'Elle Deco International Design Award (EDIDA). Come Guest of Honour a imm Cologne 2016, Sebastian Herkner ha firmato il progetto speciale di "Das Haus". Nel 2019 la fiera Maison & Objet lo ha eletto "Designer of the Year".

Scopri di più

Pedrali riparte in piena sicurezza

28/04/2020

Pedrali riparte in piena sicurezza con tutte le attività produttive,
a seguito della chiusura per emergenza sanitaria Covid-19


A partire dal 28 Aprile, Pedrali riparte avvalendosi della completa capacità produttiva delle sue fabbriche. I collaboratori delle tre unità produttive (site a Mornico al Serio, in provincia di Bergamo; Palazzolo sull’Oglio, in provincia di Brescia e Manzano, in provincia di Udine) riprendono le loro attività in totale sicurezza...

Pedrali riparte in piena sicurezza con tutte le attività produttive,
a seguito della chiusura per emergenza sanitaria Covid-19


A partire dal 28 Aprile, Pedrali riparte avvalendosi della completa capacità produttiva delle sue fabbriche. I collaboratori delle tre unità produttive (site a Mornico al Serio, in provincia di Bergamo; Palazzolo sull’Oglio, in provincia di Brescia e Manzano, in provincia di Udine) riprendono le loro attività in totale sicurezza. Proseguirà invece il lavoro da remoto per gli uffici commerciali, amministrativi, marketing, ricerca e sviluppo.

Grazie alla sua natura, ai robot e alle navette guidate da remoto, nonché alle sue nutrite scorte, il magazzino automatizzato “Fili d’erba” ha già ripreso la sua attività. Ora più che mai è stato possibile constatare che gli investimenti degli ultimi quindici anni in automazione e digitalizzazione rappresentano oggi una componente vincente e strategica.

Nel corso di queste settimane sono state intraprese azioni importanti grazie al lavoro svolto dall’Unità di crisi Pedrali istituita in data 24 Febbraio, la quale è stata in grado di gestire con responsabilità la tutela e la salute dei lavoratori, anticipando tutte le misure di contenimento poi adottate dal Governo.

Sono state completate tutte le attività di sanificazione dei reparti e attuate tutte le misure previste dal DPCM del 26 Aprile 2020. Pedrali ha adottato tutti gli strumenti volti alla tutela della salute delle persone garantendo continuità alle attività produttive.

Le sfide che si prefigurano per i prossimi mesi saranno importanti al fine della ripresa delle attività aziendali, oltre che per l’intera filiera. Tuttavia, rispondendo a questa situazione con il coraggio di fare impresa, Pedrali, con la sua produzione 100% Made In Italy, i suoi 300 collaboratori e una rinomata passione per l’arredo e il design, sarà lieta e onorata di poter contribuire alla ripresa della nostra amata Italia.

Scopri di più

#PEDRALITALES è on air da marzo 2020

24/03/2020

#PEDRALITALES è on air da marzo 2020

La nuova campagna pubblicitaria Pedrali sintetizza il lifestyle del Brand

Pedrali lancia #PEDRALITALES, la nuova campagna pubblicitaria 2020. L’azienda 100% made in Italy si pone come obiettivo quello di comunicare l’eleganza del lifestyle del Brand attraverso le sue nuove collezioni indoor e outdoor, scegliendo una location d’eccezione e la firma di un fotografo di grido...

#PEDRALITALES è on air da marzo 2020

La nuova campagna pubblicitaria Pedrali sintetizza il lifestyle del Brand

Pedrali lancia #PEDRALITALES, la nuova campagna pubblicitaria 2020. L’azienda 100% made in Italy si pone come obiettivo quello di comunicare l’eleganza del lifestyle del Brand attraverso le sue nuove collezioni indoor e outdoor, scegliendo una location d’eccezione e la firma di un fotografo di grido. Il progetto della campagna è stato curato da Studio FM, con la consulenza di Studio Salaris per lo styling.

Gli otto scatti di #PEDRALITALES sono firmati da Andrea Garuti, fotografo fiorentino noto per i suoi reportage sulle città metropolitane e per le sue collaborazioni con magazine italiani e internazionali.

Per raccontare questa storia è stata scelta una location d’eccezione. Si chiama Casa 3000, progettata dallo studio Rebelo de Andrade, ed è un edificio che, per forma e colore, svetta all’interno di un paesaggio selvaggio, una distesa a perdita d’occhio di querce di sughero e pini marittimi nella regione portoghese dell’Alentejo, ad Alcácer do Sal, poco distante dall’esclusiva zona di Comporta. La forma di questa casa è archetipica, caratterizzata da linee semplici e nette, simile al disegno di un bambino, di un colore rosso acceso, che risveglia quella vena onirica che nell’immaginario collettivo e romantico riporta alla mente l’immagine romanzata della casa rossa sul finire del bosco, quasi fosse uscita direttamente da una fiaba, o lo stereotipo della casa nella prateria riletto in chiave contemporanea.

Un’architettura dinamica e armoniosa dà vita a otto scene: quattro outdoor e quattro indoor, all’interno delle quali vengono presentate le ultime collezioni Pedrali. Queste immagini pongono in primo piano il prodotto, che si carica di forza espressiva anche attraverso l’interazione con l’ambiente circostante. Di impatto è il contrasto cromatico tra il rosso della casa e le nuance degli arredi presenti sulla scena, in grado di creare un dialogo costruttivo tra l’architettura e il design, che si fondono in maniera indissolubile.   

Dei quattro scatti outdoor, il primo ha come protagonista Soul Outdoor, la poltrona disegnata da Eugeni Quitllet capace di esprimere un’idea di creatività incontaminata e pura. Una struttura in tubo di alluminio curvato dalle forme classiche, ma dalle proporzioni importanti, cinge un ergonomico sedile realizzato con doghe in teak sagomate, quasi lo abbracciasse. Il tavolo Concrete di Pio e Tito Toso, con la base in cemento e la colonna in acciaio, completa lo scatto, permettendo all’osservatore di entrare in un contesto in cui vengono valorizzate le forme semplici ed essenziali.

Due scatti vedono protagonista la collezione Tribeca, firmata da CMP Design, reinterpretazione in chiave moderna delle classiche sedute da terrazza anni Sessanta realizzate in acciaio con intreccio. Un’icona rivisitata attraverso nuovi materiali: un solido telaio tubolare unito all’elasticità di un profilo in materiale plastico ordito verticalmente che si contraddistingue per la sua natura durevole, pulibile e colorata. La lavorazione manuale e la cura per il dettaglio conferiscono alla seduta morbidezza ed estremo comfort, oltre a reinterpretare la tradizione con sintesi e qualità d’avanguardia. La collezione è versatile, adatta a cconnotare contesti differenti: da un porticato esterno fino ad un giardino en plein air da cui si può godere comodamente dell’atmosfera romatica che sa regalare la casa rossa illuminata al crepuscolo.

Giravolta, la lampada wireless per outdoor di Basaglia Rota Nodari, completa questa ambientazione e caratterizza l’ultimo scatto outdoor, che inscena un dehors in cui potersi accomodare su Reva, la collezione di Patrick Jouin dalle linee morbide e dalle dimensioni generose che, proprio nel nome, evoca atmosfere rilassanti e sognanti. Una sottile cornice perimetrale in estruso di alluminio è sorretta alle estremità da quattro gambe affusolate in pressofusione d’alluminio atte a rimarcarne il disegno pulito, mentre il comfort viene esaltato da morbidi cuscini che si poggiano alla struttura, sia per il divano, sia per la poltrona lounge.

Le forme del tavolo Buddy, armoniose ed amichevoli, si stagliano sulla parete rossa della casa, che diventa il trait d’union di tutte le scene.

Ad un rivestimento esterno vibrante corrisponde un interior caldo ed omogeneo, spazio eclettico e moderno attento ai dettagli. Grandi finestre permettono di essere accolti nella natura circostante incorniciando i panorami e inondando le stanze di luce naturale.

Il primo ambiente ritratto è uno spazio living all’interno del quale la luce naturale accarezza il profilo sinuoso della poltrona Jamaica, disegnata da CMP Design, ponendo in risalto il tubo d’acciaio che funge da schienale e che costituisce un elemento cromatico gentile, non invadente. Il calore del multistrato di frassino della scocca e delle gambe a spessore variabile trasmette quell’eleganza dai toni pacati propria di questa collezione modernista che, guardando con ironia alla tradizione, reinterpreta le forme storiche del passato. All’interno di questo spazio il tavolo Babila esprime quella convivialità propria degli arredi dell’azienda italiana.

La seconda ambientazione indoor ha come protagonista Remind, la poltrona di Eugeni Quitllet che riprende la memoria delle curve morbide e sinuose delle sedie in legno della seconda metà del XIX Secolo. Realizzata in polipropilene con seduta e schienale in texture traspirante, Remind esprime grande attenzione ai dettagli dal momento in cui ogni elemento è pensato per conferire comfort e avvolgenza, oltre che essere estremamente leggera. Contribuisce a delineare questo spazio in cui il ritmo appare come sospeso il tavolo Fluxo di Luca Casini, caratterizzato da una struttura restistente e da una connotazione decisa ma che conserva il suo tratto discreto ed elegante.

Gli altri due ritratti indoor del progetto #PEDRALITALES riguardano due prodotti che si stagliano in un ambiente che si connota grazie al ricorso di elementi cardine della campagna: l’energia del colore rosso, il calore rassicurante del legno e la matericità che permette ai prodotti di emergere per la loro componente qualitativa. 

La sedia Folk, di CMP Design, riflette questo desiderio di semplicità. Il carattere amichevole, il tepore del frassino, le dimensioni compatte, le linee morbide e umane sembrano trasmettere l’idea di sedia in un linguaggio universale. La struttura in frassino abbraccia un anello in pressofusione di alluminio che accoglie il sedile.

Vic, del designer francese Patrick Norguet, è una sedia avvolgente ed elegante nella sua semplicità. Elemento distintivo è  lo schienale che si solleva dal sedile rimanendo fissato solo alle estremità al fine di creare un’apertura che conferisce alla seduta una sensazione di leggerezza, oltre a facilitarne lo spostamento. Completano lo scatto il tavolo Inox che quest’anno festeggia lo speciale anniversario dei 20 anni dalla sua presentazione, e la lampada a sospensione Tamara di Basaglia Rota Nodari, in grado di unire sapientemente stile ed eleganza.

La campagna pubblicitaria #PEDRALITALES sarà diffusa su testate e portali di architettura, design, attualità e lifestyle in target e in sintonia con il Brand.

Scopri di più

Un gesto di solidarietà

11/03/2020

Un gesto di solidarietà per sostenere gli Ospedali di Bergamo e Brescia

La donazione di Pedrali per affrontare insieme l’emergenza Coronavirus

A fronte della situazione di emergenza sanitaria in corso, Pedrali ha deciso di contribuire alle attività di supporto avviate in questi ultimi giorni...

Un gesto di solidarietà per sostenere gli Ospedali di Bergamo e Brescia

La donazione di Pedrali per affrontare insieme l’emergenza Coronavirus

A fronte della situazione di emergenza sanitaria in corso, Pedrali ha deciso di contribuire alle attività di supporto avviate in questi ultimi giorni attraverso una donazione di 100.000 euro equamente suddivisa tra l’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo e la raccolta fondi AiutiAMObrescia, promossa dalla Fondazione Comunità Bresciana con il Giornale di Brescia a supporto degli Ospedali Bresciani

L’azienda italiana, da sempre parte attiva di questo territorio, ha deciso attraverso questa donazione di fornire un contributo concreto a sostegno dei reparti di terapia intensiva, supportando coloro che eroicamente si trovano a fronteggiare in prima linea questa difficile situazione: medici, infermieri, volontari.

Scopri di più

Spring Feelings

27/02/2020

Spring Feelings

Le collezioni Pedrali disegnano gli spazi outdoor 2020

La primavera è alle porte e la voglia di stare all’aria aperta anima giardini e terrazze. I prodotti Pedrali rappresentano la soluzione ideale per godere del comfort e del benessere outdoor all’insegna del colore, dello stile e dell’eleganza...

Spring Feelings

Le collezioni Pedrali disegnano gli spazi outdoor 2020

La primavera è alle porte e la voglia di stare all’aria aperta anima giardini e terrazze. I prodotti Pedrali rappresentano la soluzione ideale per godere del comfort e del benessere outdoor all’insegna del colore, dello stile e dell’eleganza.

Enigma Suites a Santorini è una location dall’atmosfera magica e suggestiva che vanta una vista mozzafiato sul tramonto greco. Il bar di Plage la Mandala a Cannes è la scelta ideale per vivere momenti di convivialità con gli amici in uno spazio colorato in riva al mare. All’interno di queste due realtà d’eccezione si inseriscono le sedute della collezione Tribeca, disegnata da CMP Design, ormai riconosciuta per il suo carattere estivo e solare. Tribeca proietta ombre a corde tese sul pavé delle piazze e viene scelta anche per i dehor di bar e ristoranti cittadini, come Peck CityLife, nuova destinazione per l’happy hour milanese recentemente inaugurata in Piazza Tre Torri, baricentro del CityLife Shopping District. Per il Caffè del Colleoni, situato nel centro di Bergamo, oltre alla collezione Tribeca, sono stati scelti i tavoli Elliot, di Patrick Jouin.

Nel cuore del suggestivo centro storico di Gallipoli, sulla terrazza del Pascaraymondo Suite Palace si può sorseggiare un aperitivo ammirando il tramonto sui tetti della città comodamente seduti sulle poltrone Remind di Eugeni Quitllet. Remind è stata scelta anche per la meravigliosa terrazza del Petit Palace Suites di Santorini, uno dei 25 small luxury hotel in Europa, da cui godere di una vista infinita sulle acque azzurre del Mediterraneo.

In Soul Outdoor predominano la combinazione di materiali e tecnologie all’avanguardia che richiamano il mondo della nautica. Disegnata da Eugeni Quitllet, la versione in alluminio con sedile ergonomico in doghe di teak sagomate è una speciale evoluzione della versione originale in legno curvato. Il contrasto tra l’alluminio curvato e il teak garantisce una forte resa estetica e uno stile outdoor contemporaneo, grazie alla lucentezza del metallo o all’ampia gamma di colori in cui può essere verniciato, pur nel completo rispetto della forma e della sinuosità delle linee.

La collezione Reva disegnata da Patrick Jouin è stata scelta per ricreare un piacevole e rilassante angolo relax nello spazio esterno del ristorante Philiaz, sul lago di Caldaro a Bolzano. Una collezione versatile, trasversale e multifunzionale, che proprio nel nome evoca sensazioni rilassanti e sognanti tipiche della bella stagione, composta da un elegante divano a tre posti, una poltrona lounge e un lettino da sole.

Per illuminare le serate primaverili, non può infine mancare Giravolta, la lampada wireless ricaricabile dal design contemporaneo disegnata da Basaglia Rota Nodari. Comoda da trasportare, è caratterizzata da un diffusore girevole che permette di orientare la luce a 360°.

Scopri di più