PEDRALI - The Italian Essence

News

Prodotti
Fiere ed Eventi
Corporate

Il legno, dalla Natura alle Cose

08/09/2017

La casa come un nido, che accoglie e protegge. Pedrali partecipa a “Il Legno, dalla Natura alle Cose”, manifestazione che riunisce le principali aziende del territorio con l’intento di diffondere la cultura della materia presentando la mostra «La Casa da un Albero – Vivere Cool». Protagonista assoluto il legno, materiale nobile, naturale ed infinitamente rinnovabile, perfetto per costruire il proprio habitat domestico, cool e al tempo stesso sostenibile...

La casa come un nido, che accoglie e protegge. Pedrali partecipa a “Il Legno, dalla Natura alle Cose”, manifestazione che riunisce le principali aziende del territorio con l’intento di diffondere la cultura della materia presentando la mostra «La Casa da un Albero – Vivere Cool». Protagonista assoluto il legno, materiale nobile, naturale ed infinitamente rinnovabile, perfetto per costruire il proprio habitat domestico, cool e al tempo stesso sostenibile.
La magnifica sala dei giuristi in Città Alta verrà reinterpretata dallo studio Basaglia Rota Nodari Architetti Associati: dal 7 al 24 Settembre, per l’intera durata de “I Maestri del Paesaggio” una casa sarà ricavata dall'elemento che rappresenta da sempre la natura, l'Albero.
Tra i protagonisti dell'allestimento le poltrone Nym, disegnate da Cazzaniga Mandelli Pagliarulo, il tavolo Arki-table di Pedrali R&D e le lampade di Basaglia Rota Nodari.


IL LEGNO, DALLA NATURA ALLE COSE
7-24 SETTEMBRE 2017
SALA DEI GIURISTI
PIAZZA VECCHIA, BERGAMO

Scopri di più

I Maestri del Paesaggio 2017 - Cool Landscape by Lodewijk Baljon

07/09/2017

Dal 7 al 24 settembre 2017, per la 7a edizione de "I Maestri del Paesaggio", Bergamo si trasforma in un palcoscenico di natura e bellezza. Diciotto giorni di fermento culturale open air in tema "green" con concorsi fotografici, musica, allestimenti e percorsi di land-art in suggestivi vicoli, chiostri, giardini e sentieri. Un calendario pensato per favorire incontri e riflessioni con le più famose archistar del paesaggio ospiti dell'International Meeting of the Landscape and Garden, quest'anno dedicato al tema "Cool Landscape" con l'obiettivo di stimolare una riflessione sul surriscaldamento globale...

Dal 7 al 24 settembre 2017, per la 7a edizione de "I Maestri del Paesaggio", Bergamo si trasforma in un palcoscenico di natura e bellezza. Diciotto giorni di fermento culturale open air in tema "green" con concorsi fotografici, musica, allestimenti e percorsi di land-art in suggestivi vicoli, chiostri, giardini e sentieri. Un calendario pensato per favorire incontri e riflessioni con le più famose archistar del paesaggio ospiti dell'International Meeting of the Landscape and Garden, quest'anno dedicato al tema "Cool Landscape" con l'obiettivo di stimolare una riflessione sul surriscaldamento globale.
L'allestimento di Piazza Vecchia, cuore della manifestazione, è frutto del lavoro del paesaggista internazionale Lodewijk Baljon, allestita con i prodotti iconici della collezione outdoor di Pedrali: poltrone, chaise longue e tavoli Nolita, poltrone e pouf Island.

Green Design

Green Breathe - Pedrali all’Antico Lavatoio by Lucia Nusiner

Un polmone verde nel cuore della città. Pedrali abbraccia la filosofia della manifestazione e trasforma la suggestiva piazza dell’Antico Lavatoio in un giardino conviviale, all’interno del quale arredi e vegetazione si fondono armonicamente con l’ambiente circostante. I visitatori potranno sedersi sulla comoda poltrona Dome, disegnata da Odo Fioravanti; prendersi una pausa dalla frenesia quotidiana sostando sul divano Reva, di Patrick Jouin o immergersi nell’atmosfera di questo angolo di Città Alta resa ancor più magica dalla luce di Giravolta, lampada di Basaglia Rota Nodari ispirata alle lanterne di un tempo. L’obiettivo di Pedrali, in completa armonia con I Maestri del Paesaggio, è quello di educare alla bellezza, scegliendo la strada del Green in tutti gli interventi di Urban Design che interessano spazi magici e suggestivi come le piazze e gli angoli di Città Alta.


I MAESTRI DEL PAESAGGIO
7-24 SETTEMBRE 2017
PIAZZA VECCHIA, BERGAMO

Scopri di più

Un rigoglioso giardino di “Fili d’erba” per Pedrali

03/07/2017

Un ricco e variegato giardino all’esterno di un complesso industriale all’avanguardia, in grado di avvolgere e donare un’aura di bellezza naturale a una struttura di grandi dimensioni come un magazzino automatico.

Meno di un anno fa veniva inaugurato Fili d’erba il magazzino automatico di Pedrali, progettato da CZA - Cino Zucchi Architetti e realizzato all’interno del complesso produttivo di Mornico al Serio: un progetto che vuole essere una risposta fortemente relazionata al contesto ambientale, una quinta visiva in grado di rispondere alle diverse condizioni del paesaggio agricolo circostante.

Una filosofia tradotta concretamente anche da Patrizia Bezzi, fondatrice dello studio di architettura omonimo e specializzata nella progettazione di giardini....

Un ricco e variegato giardino all’esterno di un complesso industriale all’avanguardia, in grado di avvolgere e donare un’aura di bellezza naturale a una struttura di grandi dimensioni come un magazzino automatico.

Meno di un anno fa veniva inaugurato Fili d’erba il magazzino automatico di Pedrali, progettato da CZA - Cino Zucchi Architetti e realizzato all’interno del complesso produttivo di Mornico al Serio: un progetto che vuole essere una risposta fortemente relazionata al contesto ambientale, una quinta visiva in grado di rispondere alle diverse condizioni del paesaggio agricolo circostante.

Una filosofia tradotta concretamente anche da Patrizia Bezzi, fondatrice dello studio di architettura omonimo e specializzata nella progettazione di giardini, che si è occupata del progetto paesaggistico relativo al magazzino automatico: la landscape designer ha infatti realizzato una duna di fiori campestri che completa il gioco tridimensionale creato dai “fili d’erba” e contribuisce alla mitigazione di quest’opera. Il giardino assolve anche la funzione di “sipario” chiuso rispetto al parcheggio retrostante, riempiendo la vista di tonalità naturali e colorate.  

“Di fronte alla grandezza del magazzino automatico Fili d’erba ho scelto per il giardino esterno di mettere a dimora un'onda selvaggia di erbe e fiori, in grado di comunicare con il paesaggio esistente, rurale e industriale”. Queste le parole utilizzate dalla stessa Patrizia Bezzi per descrivere il progetto.

 

photo © CZA - Cino Zucchi Architetti

Scopri di più

Fox si aggiudica il "Muuuz International Awards 2017"

09/06/2017

Giovedì 1 giugno, durante una cerimonia tenutasi al Grand Intercontinental Hotel Opera di Parigi, sono stati proclamati i vincitori del “Muuuz International Awards 2017” (MIAWs), il premio organizzato da ArchiDesignClub, prima comunità francese di architetti ed esperti del mondo del design, in collaborazione con Muuuz, rivista di architettura e il design.

Tra i vincitori la poltroncina Fox disegnata da Patrick Norguet, che si è aggiudicata il riconoscimento per la categoria “Furniture” con la seguente motivazione:

“Il suo design elegante, la combinazione di diversi materiali e la versatilità nei colori, rendono questa seduta esemplare. Il Premio Internazionale Muuuz ricevuto da Fox e dal marchio Pedrali, conferma l'impegno dell'azienda nella progettazione di arredi sostenibili, di qualità e di design”...

Giovedì 1 giugno, durante una cerimonia tenutasi al Grand Intercontinental Hotel Opera di Parigi, sono stati proclamati i vincitori del “Muuuz International Awards 2017” (MIAWs), il premio organizzato da ArchiDesignClub, prima comunità francese di architetti ed esperti del mondo del design, in collaborazione con Muuuz, rivista di architettura e il design.

Tra i vincitori la poltroncina Fox disegnata da Patrick Norguet, che si è aggiudicata il riconoscimento per la categoria “Furniture” con la seguente motivazione:

“Il suo design elegante, la combinazione di diversi materiali e la versatilità nei colori, rendono questa seduta esemplare. Il Premio Internazionale Muuuz ricevuto da Fox e dal marchio Pedrali, conferma l'impegno dell'azienda nella progettazione di arredi sostenibili, di qualità e di design”.

Il premio “Muuuz International Awards” identifica e premia ogni anno i prodotti più innovativi: nell'ambito dell'edizione 2017 sono stati valutati oltre 2.200 prodotti di ben 450 produttori. 

Scopri di più

Mario Pedrali è l’Imprenditore Olivettiano del 2017

09/06/2017

Mornico al Serio, 1 giugno 2017 _ Nella giornata di sabato 27 maggio Mario Pedrali è stato insignito del Premio Speciale “Imprenditore Olivettiano 2017”, istituito dall’Associazione Archivio Storico Olivetti.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dal professor Bruno Lamborghini, Past President dell'Associazione Archivio Storico Olivetti e coordinatore del Premio all'imprenditore olivettiano, a Mario Pedrali fondatore di Pedrali spa, azienda italiana che dal 1963 produce elementi d’arredo dal design contemporaneo per gli spazi pubblici, l'ufficio e la casa, nella storica cornice di Villa Casana, sede dell’Archivio Storico Olivetti a Ivrea...

Mornico al Serio, 1 giugno 2017 _ Nella giornata di sabato 27 maggio Mario Pedrali è stato insignito del Premio Speciale “Imprenditore Olivettiano 2017”, istituito dall’Associazione Archivio Storico Olivetti.
Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dal professor Bruno Lamborghini, Past President dell'Associazione Archivio Storico Olivetti e coordinatore del Premio all'imprenditore olivettiano, a Mario Pedrali fondatore di Pedrali spa, azienda italiana che dal 1963 produce elementi d’arredo dal design contemporaneo per gli spazi pubblici, l'ufficio e la casa, nella storica cornice di Villa Casana, sede dell’Archivio Storico Olivetti a Ivrea.

Mario Pedrali ha avviato la propria attività negli anni ‘60 a Palazzolo sull’Oglio (Brescia), dove produceva con cura artigianale le prime collezioni di sedute da giardino in metallo: era lui stesso a progettare i macchinari che dovevano produrre gli arredi, tale era la sua conoscenza dei materiali e delle loro caratteristiche.

Da allora Pedrali spa non ha mai smesso di crescere, grazie al suo coraggio e al suo spirito imprenditoriale: Mario Pedrali ha infatti saputo effettuare nel tempo gli investimenti necessari in maniera onesta, attenta e lungimirante, abbinando l’incremento degli ordini e del fatturato ad una crescita in termini qualitativi dell’azienda, dei suoi collaboratori e della comunità di riferimento. D’altra parte Adriano Olivetti insisteva molto sull’innovazione come ricerca della bellezza nel design dei prodotti: allo stesso tempo Mario Pedrali ha sempre puntato ad essere un passo avanti, realizzando arredi in grado di perseguire la bellezza e di migliorare l’esistenza delle persone.

Un’attenzione alla qualità della vita che permea ogni ambito della vita aziendale, compresi gli stessi luoghi di lavoro fruiti dai dipendenti, come dimostra l’Headquarters di Mornico al Serio, inaugurato nel 2006 e realizzato dallo Studio Cantarelli Moro & Partners: un ambiente creato appositamente per essere funzionale, accogliente e confortevole, proprio come avveniva a Ivrea. La stessa filosofia è stata applicata per la realizzazione del rivestimento del nuovo magazzino automatico “Fili d’erba”, disegnato dall’architetto Cino Zucchi e inaugurato nel 2016: una risposta fortemente relazionata al contesto ambientale, una quinta visiva che risponde alle diverse condizioni del paesaggio agricolo circostante.

Il forte legame con il territorio trova ulteriore riscontro nelle numerose iniziative sociali e culturali sostenute dall’azienda, che ha da sempre sentito come propri i principi cardine della responsabilità sociale d’impresa.

La curiosità e l’interesse per la ricerca di oggetti rari, inoltre, hanno sempre appassionato Mario Pedrali: per questo motivo nel 1995 ha inaugurato il Museo San Fedele a Palazzolo sull’Oglio, che raccoglie oltre 500 esemplari di macchine per scrivere e calcolatori d’epoca. La prosecuzione ideale dello spirito olivettiano trova dunque riscontro quotidiano nell’essenza della filosofia aziendale Made in Pedrali, che mette l’uomo al centro della propria ricerca, basandosi su bellezza, tradizione e innovazione.

Questa la motivazione ufficiale del Premio Speciale “Imprenditore Olivettiano 2017”:

“Per aver creato una grande fabbrica di mobili ispirandosi al design olivettiano e, contemporaneamente, partendo dalla sua passione di collezionista, per aver dato vita a Palazzolo sull’Oglio ad un grande Museo delle Macchine per Ufficio nel cui ambito ha trovato spazio la più bella collezione di macchine per scrivere Olivetti”.

Oltre ad una targa riportante la motivazione, il premio è stato simbolicamente rappresentato da una macchina per scrivere portatile Olivetti, Lettera 31, con carrozzeria trasparente, prodotta in Messico in unica copia consegnata a inizio anni 2000 a Lamborghini, all'allora Presidente di Olivetti Tecnost.

Questo pezzo unico entrerà quindi a far parte della grande collezione di macchine per scrivere Olivetti di Mario Pedrali a Palazzolo sull'Oglio.

Il Premio Speciale “Imprenditore Olivettiano”, iniziato nel 1998, anno centenario della fondazione della Società Olivetti, è stato assegnato negli anni a imprenditori che nella loro attività hanno seguito i valori olivettiani, tra cui Brunello Cuccinelli, Enrico Loccioni, Paolo Benini, Adolfo Guzzini, Gianluca Martino e Elena Zambon.

Scopri di più

6 giorni in fiera

18/04/2017

La 56esima edizione del Salone del Mobile di Milano si è conclusa con un altissimo numero di presenze, oltre 340mila visitatori in 6 giorni provenienti da ben 165 paesi.

Abbiamo presentato sette nuove collezioni e quattro nuovi modelli che arricchiscono quelle esistenti: prodotti versatili e funzionali realizzati in legno, metallo, materiale plastico ed imbottito valorizzati all’interno delle nicchie dello stand Solid Geometry, realizzato da CalviBrambilla, che ha riscosso grande successo tra il pubblico...

La 56esima edizione del Salone del Mobile di Milano si è conclusa con un altissimo numero di presenze, oltre 340mila visitatori in 6 giorni provenienti da ben 165 paesi.

Abbiamo presentato sette nuove collezioni e quattro nuovi modelli che arricchiscono quelle esistenti: prodotti versatili e funzionali realizzati in legno, metallo, materiale plastico ed imbottito valorizzati all’interno delle nicchie dello stand Solid Geometry, realizzato da CalviBrambilla, che ha riscosso grande successo tra il pubblico.

Per Nym, la prima collezione totalmente in massello di frassino disegnata da Cazzaniga Mandelli Pagliarulo, è stata scelta un’ambientazione “british” in grado di far emergere il legame con l’eleganza delle sedute della tradizione Windsor, richiamata dall’omonimo castello che si intravede dalla finestrella ad arco. La nicchia che visto protagonista la collezione Reva ha rievocato le atmosfere estive della California degli anni ‘60 rappresentate nel quadro “A Bigger Splash” dell’artista britannico David Hockney, dove un bordo piscina con palme stilizzate in lontananza ha evidenziato la vocazione spiccatamente outdoor di questa famiglia. Spazio anche ai cactus e al caldo sole del Messico con la collezione Sunset di Alessandro Busana, ideale per assaporare un’atmosfera soleggiata.

In occasione del SaloneSatellite collezione 20 anni è stato presentato in anteprima il divano per outdoor Reva, disegnato da Patrick Jouin. Il designer francese ha infatti partecipato nel 1998 e nel 1999 alla manifestazione, che ha rappresentato una tappa fondamentale nel suo percorso di crescita umana e professionale.

Inoltre, quest’anno Giuseppe Pedrali ha fatto parte della giuria internazionale dell’ottava edizione del Salone Satellite Award, che ha decretato i tre migliori progetti di giovani designer under35.

Guarda il video

Scopri di più

Nym

13/04/2017

Nym è una collezione in massello di frassino che rivisita in chiave contemporanea le tradizionali sedute Windsor inglesi. Profili ellittici corrono lungo tutte le linee, esaltando il calore del legno al tatto e donando massimo comfort e leggerezza...

NYM
THE MERRY CHAIR OF WINDSOR

Nym è una collezione in massello di frassino che rivisita in chiave contemporanea le tradizionali sedute Windsor inglesi. Profili ellittici corrono lungo tutte le linee, esaltando il calore del legno al tatto e donando massimo comfort e leggerezza. Lo schienale ad arco in legno curvato si innesta in una soluzione di continuità al sedile in massello sagomato, diventando bracciolo nella poltroncina. Disponibile con gambe in frassino, slitta in tondino d’acciaio o con base girevole con meccanismo di ritorno. Finiture del frassino: sbiancato, nero o laccato a poro aperto in diversi colori.

design Cazzaniga Mandelli Pagliarulo

Scopri di più

Babila Comfort

13/04/2017

Una poltrona dalle forme accoglienti e dalle dimensioni generose che si distingue per la comodità assoluta che sa regalare. Il bracciolo è definito da una modanatura che percorre tutto il profilo della poltrona...

BABILA Comfort
RELOADED MEMORY

Una poltrona dalle forme accoglienti e dalle dimensioni generose che si distingue per la comodità assoluta che sa regalare. Il bracciolo è definito da una modanatura che percorre tutto il profilo della poltrona. Babila Comfort completa la collezione unendo un’ampia scocca imbottita, dalle morbide linee e con schienale inclinato, a diverse tipologie di base che ne garantiscono la massima versatilità: in frassino, in pressofusione di alluminio o in tubo d'acciaio.

design Odo Fioravanti

Scopri di più

Buddy

13/04/2017

Linee morbide e un design pulito contraddistinguono la collezione di pouf e tavolini Buddy che, grazie al suo carattere amichevole e versatile, può essere collocata in qualsiasi ambiente completandone l’arredo...

BUDDY
FRIENDLY SOUL

Linee morbide e un design pulito contraddistinguono la collezione di pouf e tavolini Buddy che, grazie al suo carattere amichevole e versatile, può essere collocata in qualsiasi ambiente completandone l’arredo. I tavolini abbinano la stessa struttura dei pouf a ripiani quadrati con angoli raggiati, in linea con il design della famiglia. Struttura verniciata nero o ottone anticato; tavolino con ripiano in marmo, in hpl o FenixNTM®. La forma arrotondata dei pouf, definita da un’imbottitura generosa e confortevole, è sostenuta da quattro gambe sottili e rigorose che, staccando il volume da terra lo alleggeriscono alla vista e lo rendono estremamente funzionale.

design Busetti Garuti Redaelli

Scopri di più

Fox

13/04/2017

Fox è un’elegante collezione di poltroncine dal carattere distintivo e dalle dimensioni contenute. Un’architettura identificativa, definita da un mix armonico di materiali e di contrasti fra linee geometriche...

FOX
DISTINCTIVE CHARACTER

Fox è un’elegante collezione di poltroncine dal carattere distintivo e dalle dimensioni contenute. Un’architettura identificativa, definita da un mix armonico di materiali e di contrasti fra linee geometriche. Una scocca sottile sagomata in polipropilene rinforzato con fibre di vetro è incassata in un profilo in frassino curvato e arrotondato nelle sue estremità, come un abbraccio. La versatilità e la funzionalità della collezione è garantita dai molteplici abbinamenti cromatici tra il legno e la comoda scocca, che possono essere combinati a gambe in frassino o in tubo d’acciaio che la rendono impilabile. Colori del polipropilene: bianco, nero, sabbia, marsala, carta da zucchero.

design Patrick Norguet

Scopri di più